Al momento stai visualizzando Come creare un NFT

Come creare un NFT

Storia e origine degli NFT

La tecnologia che supporta gli NFT è nata intorno alla metà degli anni 2010, ma è diventata molto popolare alla fine del 2017 con la nascita di CryptoKitties, un sito che consente di acquistare e “allevare” gattini digitali pagandoli in criptovaluta. Nel 2018, un gattino digitale è stato venduto per la cifra record di 172 mila dollari, e da allora lo scambio di NFT come oggetti collezionabili digitali è diventato una vera e propria tendenza, e ora si scambiano una vasta gamma di beni virtuali, come video di azioni NBA e avatar di pinguini.

Gli NFT vengono utilizzati anche dagli artisti per vendere opere d’arte digitali

Scegli l’opera da “tokenizzare”
La prima cosa che devi fare è scegliere l’opera d’arte. I Non-Fungible Token possono rappresentare qualsiasi file digitale.

Puoi fare un NFT di un dipinto, un testo, una musica, un video. Letteralmente, qualsiasi cosa che possa essere riprodotta come file multimediale. Del resto il gioco degli NFT consiste proprio nel trasformare le opere d’arte digitali in pezzi “unici” nell’era della loro riproduzione infinita.

Compra un po’ di Ethereum:Una volta che hai scelto il tuo file, devi comprare un po’ di Ethereum
Puoi fare NFT su diverse blockchain, ma per semplicità qui parleremo di Ethereum. È il network più popoplare e i più importanti mercati di NFT lo supportano.
Coniare un NFT potrebbe costarti qualche soldo. Pertanto c’è bisogno di un wallet Ethereum su cui avrai depositato almeno alcuni Ether (la criptovaluta basata su Ethereum). Uno dei più facili da usare si chiama “MetaMask”. Puoi scaricarlo come app gratuita sul tuo iPhone o smartphone Android. Il prezzo richiesto per creare l’NFT è altamente volatile. È bene avere a portata di mano almeno 100$ di Ether, con la consapevolezza che il processo di conio potrebbe costare anche di più in base al prezzo operativo giornaliero.Su OpenSea, uno dei maggiori marketplace, il processo è gratuito a causa del tipo di token che la piattaforma crea al momento del “minting”, ossia la coniazione. Devi comunque collegare un portafoglio per creare un account.
Scegli un marketplace
Ora che hai tutto a posto, devi scegliere un marketplace dove creare fisicamente (virtualmente?) tuo NFT per poi metterlo in vendita.
I più popolari sono Mintable, Rarible o OpenSea.Per il bene di questa guida, sceglieremo l’ultimo perché è gratuito e non ha moderazione sul contenuto che puoi mettere in vendita. Ciò significa che non devi essere approvato come artista per vendere sulla piattaforma. Significa anche che il marketplace è pieno di cianfrusaglie digitali che nessuno comprerà mai.Su OpenSea, clicca sull’icona dell’utente, poi su “Il mio profilo”. In questa pagina, puoi scegliere come collegare il tuo portafoglio ETH per procedere. Se stai usando MetaMask, puoi collegarlo alla piattaforma selezionando “Use a different Wallet” e poi cliccando su WalletConnect. La procedura è relativamente semplice. Segui le indicazioni della piattaforma, poi conferma l’operazione di Wallet Connect “firmando” dalla tua app MetaMask.
Crea il tuo NFT
Una volta che hai connesso il portafoglio ETH a OpenSea, puoi procedere alla creazione del tuo primo NFT. Clicca su “Create” nel menu in alto, e crea una collezione. Compila tutte le informazioni necessarie, poi salva. Ora sei pronto per iniziare l’effettivo processo di conio di un nuovo NFT. Clicca su New Item, carica il tuo artwork, e fornisci tutti i dettagli che servono. Una volta che sei pronto a procedere, clicca su Create.Congratulazioni, hai creato con successo un token non fungibile! Per venderlo su OpenSea, però, devi aprire l’oggetto appena creato nella tua collezione e cliccare sul pulsante di vendita. Nella pagina che segue, potrai scegliere i token Ethereum che accetterai come pagamento, decidere se vuoi vendere a prezzo fisso o all’asta, e la percentuale di royalties che vuoi ricevere dalla prima vendita e dalle successive.
Profitto:
Ok, quindi sei riuscito a creare un NFT, e lo hai inserito con successo sul marketplace di OpenSea. E adesso? Aspettare che qualcuno noti il tuo prezioso token non ti porterà molto lontano. Dovrai fare marketing di te stesso e rendere appetibile l’oggetto ai compratori, possibilmente presso una comunità esistente di persone interessate al tuo lavoro. Questa è la parte più impegnativa, e non ha niente a che fare con il processo artistico in sé.Sì, è proprio spietato e selettivo come il mondo dell’arte fisica. A meno che tu non sia il personaggio di un meme o di qualche altro fenomeno internet. In quel caso, congratulazioni:
probabilmente hai trovato un modo per fare soldi da quella foto imbarazzante che la gente ha sempre usato per prenderti in giro.

Lascia un commento

Chiudi il menu
×
×

Carrello